Benvenuti!

lunedì 19 aprile 2010

Com'è che si dice? mercatino bagnato, mercatino (s)fortunato... cronaca semiseria...

Bene, anche questa è fatta! Oggi il sole splendeva, una giornata (quasi) primaverile, i fiori mi sorridevano dai prati, il cielo mi rimbalzava con il suo azzurro nelle pupille, gli uccellini mi facevano ciao ciao dai rami degli alberi sbattendo le alette, tutti felici e contenti, ed io intanto... andavo al lavoro! Beffata dal destino (hi hi hi)... Ma facciamo un passo indietro. rewind.....
Ieri era il grande giorno della mia prima esposizione: una bella domenica di fine aprile. Sveglia alle 6.30, appuntamento alle 7.30 nel centro di Castelfranco. Guardo il cielo e non trovo il sole: ma ho sbagliato orario? no no, l'orologio parla chiaro. Se ne sarà andato a fare colazione, penso io, ne ha pur diritto. Il mio poncho di lana è comunque poggiato sulle spalle, non si sa mai. Arriviamo nel posto assegnatoci e cominciamo a montare il nostro gazebo. Sì, Monica e Laura avevano ragione, non è semplicissimo ma alla fine, dopo aver montato al rovescio i tubi e averli rimontati sperando in una grazia, ce la facciamo, io e Katia, la mia sorella aiutante, che si è sorbita tutto questo trambusto senza averlo scelto. Appena montato ci guardiamo, nessuna delle due lo dice, ma entrambe speriamo che non ci siano colpi di vento troppo forti: non sarebbe male veder volare via un gazebo bianco sopra la torre dell'orologio... Beh, un po' di animazione in questa ridente cittadina non sarebbe stata poi così male...
Ed ora ecco il banchetto: il compito di disporre in base al colore e alla forma spetta a Katia, e devo dire che ha fatto davvero un bel lavoro.
Stiamo giusto rimirando il nostro banchetto appena finito quando sentiamo uno strano tichettio.... un plic plic plic che diventa sempre piu' rapido... piove... piove... nooo, credo che sia questo l'incubo notturno dei "mercatari". Noi siamo sedute comodamente sotto il portico, il gazebo tiene per ora... Ma la ricamatrice del banchetto di fronte raccoglie in fretta e furia i suoi merletti appena esposti con grazia per rifugiarsi al riparo: ebbene sì, niente gazebo volante per lei, solo un piccolo ombrellone da spiaggia molto poco protettivo.... La venditrice di intrugli miracolosi, invece, tira fuori dalla sua sacca di Mary Poppins un fantastico velo da sposa e lo poggia leggiadra sopra ai suoi barattolini, mette un bel basco di lana in testa e continua a stendere il braccio verso i passanti con il suo "vuole un po' di crema per le mani" allungando un cucchiaino con un po' di gelato alla vaniglia... I nostri vicini sulla sinistra sono i piu' felici: in fondo... un po' di acqua sui fiori non ci sta proprio niente male... Alla nostra destra invece, con un gran rumore di alluminio, vediamo sparire al volo sotto i portici tutto il tavolo appena imbandito. "Ma cosa vendono?" "Boh" Nel corso della giornata quel Boh si trasformerà in un doppio BOH cioè in un BOH BOH.... eppure... quel BOH BOH mi sa che è stata una gran pensata, almeno per le loro casse.... Una volta tornato il sereno vediamo spuntare dei gran vasi trasparenti contenenti della sfere colorate. Di nuovo la domanda: "Ma cosa vendono?" "Booooh" Sembrano biglie di vetro, ma non lo sono. "Ma che roba eh? ma vendono solo quella roba lì?" e intanto la gente comincia a fermarsi e a chiedere, e le prime bustine cominciano a essere comprate... e allora "Ma cosa vendono?" "Booooh" e infine lo scopriamo: delle microsfere di gel che a contatto con l'acqua si trasformano in macrosfere da cui i fiori recisi assorbono l'acqua appunto. Non serve cambiare l'acqua al vaso, i fiori vivono circondati da queste palline colorate e gelatinose chiedendosi se sono ancora sul pianeta terra, cercando di risucchiare un po' di linfa vitale, per istinto di sopravvivenza...
Insomma, la giornata è trascorsa con qualche tragicomica, delle visite molto gradite di amici e parenti, qualche vendita (un mio vaso si trasferirà in Francia e questo mi fa molto piacere... beato lui!) e un bel po' di complimenti, e tutto sommato... poteva andare peggio :)
Ed tra due settimane, il 2 maggio, sarò a Montegrotto Terme, un'altra immersione nella folla mi aspetta... Se passate di lì sarete i benvenuti...
Alcune foto tanto per gradire... (sì sì, la faccia è stravolta... dopo il montaggio del gazebo vi assicuro che......)



11 commenti:

Cassandrina ha detto...

Brava Sofia, bellissimo e raffinato il tuo banco....seguirei volentieri anch'io il tuo vaso in Francia...da qui il passo è breve!!
Qual è il vaso che varca il confine??


BACI...Fabi

Sofia ha detto...

Grazie Fabi!! eh hai proprio ragione, pure io.... il vaso che se n'è andato è quello rosso, con il papavero. Venduto ad un distinto signore francese, single, di origine italiana, che, così ha detto, ama circondarsi di belle cose... Beh, miglior complimento non poteva farmi...

marta ha detto...

dai se a montegrotto???ma k mercatino è??perchè io sono a montegrotto ma la domenica dopo il 9. Anche io ieri mattina ho avuto a che fare un po con la pioggia,ero in Prato della valle con il mercatino.

Sofia ha detto...

ma dai, in Prato! ho sentito che anche lì lo fanno, ma io finora non avevo mai pensato ai mercatini. A montegrotto fanno la festa dei fiori domenica 2 maggio. e la domenica dopo cosa c'è?

Cassandrina ha detto...

Guarda che caso....ti ricordi che era il mio preferito...da subito!!!

Sofia ha detto...

eh sì, quel vaso è molto particolare, hai occhio Fabi!

Dona ha detto...

Il tuo racconto mi ha fatto sorridere, Sofia... che giornatina! E dai.... il vaso con i papaveri! Anche a me piaceva tantissimissimo!!
Immagino, comunque, che bella soddisfazione! ^___*
In bocca al lupo per il prossimo...
Un abbraccio
Dona

Sofia ha detto...

Grazie Dona, un po' di sana autoironia non fa mai male :)

Mary ha detto...

Dai se non altro hai trascorso un a giornata diiversa :-)))

un bocca al lupo per la prossima :-)

Creazioni Filò ha detto...

Ciao Sofia,ho guardato le foto del mercatino, che belle creazioni, complimenti, il vaso rosso con il papavero è veramente molto elegante..
Un bacio a presto.

Sofia ha detto...

Grazie ragazze! si si Mary, e poi ho scoperto le palline magiche :)))

Related Posts with Thumbnails